Passa a livello superiore
Accesso
Chiesa
Giubileo

La Porta Santa all'Ostello della Caritas

con gli operatori antiusura

 
  • facebook
  • twitter
  • google +
  • segnala ad un amico
    mail
  • font
  • stampa quest'articolo
    print
​Lo scorso 18 dicembre Papa Francesco ha aperto la Porta Santa all'Ostello della Caritas di Roma

Le 28 fondazioni antiusura d'Italia l'11 gennaio si interrogano sulle famiglie indebitate varcando la Porta Santa della Carità, che Papa Francesco ha aperto il 18 dicembre scorso per il Giubileo della Misericordia presso l'Ostello “Don Luigi Di Liegro” della Caritas di Roma alla Stazione Termini, (via Marsala 109 a Roma).
Alle 10 il passaggio della Porta Santa della Carità e la Messa presieduta dal segretario generale della Cei, Nunzio Galantino.
Alle 11 il seminario con oltre 100 delegati delle Conferenze Episcopali regionali.

Sono un milione e 400mila le famiglie italiane a rischio di usura o già aggredite da questa piovra malavitosa. È la denuncia di Caritas di Roma citando «le recenti stime della Banca d'Italia», sulle famiglie che versano in una condizione di fallimento. Quelle, cioè che «non sono in grado di progettare un futuro con e per i propri figli».

«Da quattro anni - afferma la Caritas di Roma - esiste la legge, che seppure presenta delle lacune e rigidità, potrebbe aprire una via di salvezza per le famiglie impantanate nei debiti e a rischio d'usura o in usura, rimasta finora inapplicata. Solo a giugno del 2015 il legislatore è intervenuto con il Regolamento attuativo della legge 3 del 2012, che nei fatti regolamenta l'attività di prevenzione dell'usura e di componimento dei debiti delle persone sovraindebitate, che le fondazioni antiusura assistono in oltre vent'anni di attività. Uno strumento normativo, dunque, che incontra molte perplessità, diffidenze e insensibilità del mondo istituzionale e bancario, sul quale la Consulta nazionale antiusura intende accendere i riflettori per dare speranza e restituire all'economia reale tante famiglie finite nella disperazione del fallimento esistenziale ed economico».

Il segretario Cei concelebrerà il rito insieme a monsignor Alberto D'Urso, segretario nazionale della Consulta antiusura, monsignor Enrico Feroci, direttore della Caritas di Roma, e gli altri sacerdoti che operano nelle fondazioni antiusura. "Tutti i partecipanti alla celebrazione eucaristica presieduta da monsignor Galantino potranno lucrare l'indulgenza giubilare", afferma la nota della Caritas.

Dopo la celebrazione si terrà - nella sala riunioni dello stesso Ostello “Don Di Liegro” - il seminario di approfondimento sulla legge "Disposizioni in materia di usura e di estorsione, nonché di composizione delle crisi da sovraindebitamento".
© riproduzione riservata
segnala ad un amico stampa quest'articolo
Articoli in evidenza